Jemel Roberson è morto lo scorso 11 dicembre dopo essere stato sparato da un poliziotto. L’uomo, di colore, era una guardia di sicurezza, aveva 26 anni e un figlio di nove mesi. Stava facendo un turno extra in un bar, non vedeva l’ora di poter comprare dei regali di Natale al figlio. Quella sera un uomo armato è entrato nel locale e ha iniziato a sparare, Jemel Roberson è riuscito a fermarlo, bloccandolo a terra e tenendogli un ginocchio sulla schiena. Roberson, per via del suo lavoro, era armato con licenza e aveva già risposto al fuoco. Poco dopo aver fermato l’uomo che sparava nel locale, Jemel Roberson è stato ucciso da un poliziotto, bianco, accorso sulla scena. L’ufficiale ha visto che Roberson era armato e ha sparato, nonostante numerosi testimoni abbiano dichiarato di aver urlato che si trattava di una guardia di sicurezza. Il caso ha fatto inevitabilmente scalpore, perché ancora una volta un uomo di colore è stato ucciso in maniera assurda da un poliziotto.

La donazione di Kanye West

Per questo motivo Kanye West ha deciso di donare 150mila dollari alla famiglia di Jemel. È stato diffuso uno screenshot del pagamento avvenuto su GoFundMe, dov’è stata creata una pagina in onore di Jemel Roberson, gestita dalla madre del defunto. Era previsto che i soldi raccolti avrebbero aiutato la famiglia a sostenere le spese per il funerale di Jemel ma, visto l’importo raggiunto, potranno aiutare la famiglia ad andare avanti ora che il ragazzo non c’è più. Attualmente le indagini sulla sua morte sono ancora in corso.

Il gesto di Kanye West non è potuto passare inosservato, soprattutto alla luce delle idee politiche del rapper. West ha infatti espresso ammirazione per il controverso Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, tirandosi addosso molte polemiche. Perfino la moglie, Kim Kardashian, ha dichiarato di non essere per niente d’accordo con le idee politiche di Kanye West ma ha anche spiegato che West apprezza la personalità di Trump, più che il suo operato politico. Il collega Pharrell Williams è intervenuto per sostenere West indipendentemente dalla sua ideologia, dichiarando che “tra fratelli” bisogna supportarsi. Nel frattempo i fan di Kanye West restano in attesa del suo nuovo album, “Yandhi“. Annunciato per settembre 2018, è stato posticipato al 23 novembre ma nei giorni scorsi il rapper ha annunciato che il progetto non è ancora pronto e l’attesa di prolunga, fino a data da destinarsi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.