Il rapper Kanye West è stato ricoverato in ospedale lunedì scorso dopo aver sofferto di un profondo stato di deprivazione del sonno. Nei giorni scorsi era arrivato un aggiornamento sulle sue condizioni di salute da parte di West e di sua moglie Kim Kardashian: “Ha solo bisogno di un poco di riposo, Kim al momento è al fianco di Kanye. Lei si sente più vicina a lui che mai, il loro matrimonio sta andando alla grande.”

La rivista Entertainment Tonight aveva precedentemente riportato la notizia che West era stato portato in ospedale per quello che sembrava fosse un crollo mentale: “È stata una combinazione di una serie di cose: stress, ansia, paranoia. Semplicemente non ce l’ha fatta più. Ci sono stati segnali recenti che mostravano quanto fosse sopraffatto dalla cosa, Kanye non sembrava più lui da un poco.” Molti colleghi dello spettacolo avevano espresso la loro vicinanza a Kanye per le sue condizioni di salute, dal produttore Swizz Beatz a Pusha T passando per John Legend, Lady Gaga e Chance The Rapper.

kanye-west

Le ultime notizie sullo stato di salute del controverso rapper americano però non sembrerebbero buone: stando al magazine TMZ, West dovrà rimanere in ospedale almeno per tutto il resto della settimana, affermando che è in un pessimo stato mentale e che le sue condizioni di salute sono lontane dall’essere buone. Secondo le fonti del giornale l’ospedale in cui Kanye è ricoverato, l’UCLA Medical Center, non gli ha concesso di essere a casa per il Giorno del Ringraziamento e i medici aspettano gli esiti degli esami di questo fine settimana per decidere se dimetterlo o meno.

Il ricovero ha seguito di poco tempo la sparata che il rapper ha fatto a Sacramento contro Jay Z, quando ha interrotto dopo appena 30 minuti un suo concerto per inveire contro di lui e affermare che Jay ha i mezzi per ucciderlo. Nel frattempo le vendite del suo ultimo disco “The Life of Pablo” sono balzate alle stelle.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.