Farà tappa a Napoli il 10 Aprile l’Eugenio Finardi Electric tour 2011, live in cui il cantautore proporrà una rivisitazione di alcuni dei suoi classici come “Extraterrestre”, “Musica Ribelle”, “La Radio”, “Dolce Italia”.

Il cantautore sarà accompagnato sul palco dalla sua band composta da  Paolo Gambino (Piano),  Paolo Zanetti (Chitarre), Claudio Arfinengo (Batteria), Marco Lamagna (Basso), Giovanni Maggiore (Chitarre).
Inoltre è uscito “Spostare l’orizzonte“, libro scritto da Finardi con l’amico Antonio G. D’Errico ed edito da Rizzoli. La sua vita, la musica e il rapporto con la figlia, affetta dalla sindrome di Down, sono le protagoniste delle pagine di questa intensa autobiografia. “Spostare l’orizzonte” nasce dalla voglia di alternare le canzoni più famose con brevi introduzioni, ricordi e riflessioni condivise col pubblico.  Ma soprattutto si racconta senza pudori, a partire dal rapporto con i genitori, bizzarro mix che l’ha dotato di un’educazione insolita, instillando in lui fin da piccolo un senso di diversità rispetto agli altri ma anche una visione artistica, etica e politica unica.

Le attività per Finardi non si concludono qui perchè è infatti disponibile in tutti i negozi il dvd “Il cantante al microfono“,  versione live in audio e video del concerto che ha unito la musica d’autore del grande poeta, attore e cantautore russo Vladimir Visotsky alla musica contemporanea di un grande gruppo: quello dei Sentieri selvaggi diretti dal Maestro Carlo Boccadoro. Intanto l’appuntamento con la musica di Eugenio Finardi è per il 10 Aprile 2011 alla Casa della Musica di Napoli.

Rispondi