Arriva finalmente sui nostri palchi il folle musicista- sciamano Gonjasufi, per convertire (alla sua musica, s’intende) a colpi di funk, hip-hop e psichedelia il pubblico di Torino e Bologna. Gonjasufi, al secolo Sumach Valentine, si esibirà il prossimo 20 maggio al Link di Bologna e il giorno dopo (il 21) sarà al Cortile della farmacia di Torino.

La caratteristica principale dello sciamano è il suo essere sempre tra genio e follia, il che rende la sua musica e soprattutto i suoi live, esperienze uniche nel suo genere. Gonjasufi si è anche fatto promoter di un progetto che ha radunato alcuni dei migliori beatmaker californiani dei nostri giorni, come Flying Lotus, Gaslamp Killer e Minframe.

Partendo proprio dalle suggestioni della California, e soprattutto, dalle allucinazioni che dà il suo deserto, Gonjasufi ha messo a punto una serie di melodie tra il mistico ed il digitale, un qualcosa di indescrivibile a parole ma di effetto non comune.

Il 2010 è stato il suo anno: ha sfornato due dischi, “A Killer & A Sufi”, con l’etichetta Warp, e “The Caliph’s tea party”, e si è esibito su diversi palchi, comparendo anche tra gli ospiti del festival romano Dissonanze.

 

 

 

Rispondi