Si intitola “Seduzione” il nuovo singolo dei Marlene Kuntz estratto dall’ultimo album album “Nella tua Luce“. I brano è accompagnato dal video disponibile da domani su tutti i canali. Il videoclip vede la partecipazione di una star d’eccezione, una delle attrici più brave e carismatiche del cinema italiano: Kasia Smutniak. Kasia è co-protagonista del video insieme a Cristiano Godano. L’alchimia e la complicità artistica che si sono create sul set si sono tradotte in immagini molto intense, coinvolgenti e ricche di significato.

La regia è firmata da Francesco Amato, giovane e talentuoso regista (nel 2011 ha diretto “Cosimo e Nicole”, film con Riccardo Scamarcio, Clara Ponsot e con la partecipazione dei Marlene Kuntz, che si è aggiudicato il premio per il Miglio Lungometraggio – sezione Prospettive Italia – al Festival del Film di Roma e altri importanti riconoscimenti in Italia e all’estero). Lo stesso regista racconta:

Seduzione narra con il rock il potere seduttivo delle parole, il valore che la scelta delle parole ha nel determinare gli eventi e i rapporti tra le persone. Si trattava dunque di raccontare la figura del poeta e il fascino che manifesta attraverso la sua arte. Ho pensato che le videoproiezioni di parole potessero essere interessanti e sorprendenti. Il lavoro di messa in scena vuole essere una risposta alla domanda: chi è il poeta oggi? Io credo che il poeta oggi sia chi riesce, con le sue parole, a creare la condizione del silenzio in chi lo ascolta o lo legge. È chi riesce a isolare il fruitore dal contesto caotico della realtà contemporanea, facendo in modo di concentrare la sua attenzione sul suo messaggio gentile, anche quando è violento, anche quando è rock. In questa direzione di senso ho scelto come immagine iconica del video, più volte ripetuta e frammentata in più scene, l’azione di Cristiano che copre, con una carezza decisa, le orecchie di Kasia“.

Marlene Kuntz | © Simone Cargnoni
Marlene Kuntz | © Simone Cargnoni

Intanto ricordiamo che i Marlene Kuntz saranno di scena a Napoli a Villa Pignatelli il prossimo 12 Dicembre nell’ambito della rassegna Effetto Museo dove porteranno in scena il rock muto: “La Signorina Else” opera di Artur Schnitzler incontra la musica dei Marlene Kuntz, per un viaggio tra sperimentazioni rock, melodie, “diavolerie” elettroniche tutto unito sotto il linguaggio del rock.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.