Per l’uscita di “Blue Planet II“, la nuova serie di documentari della BBC, i Radiohead avevano annunciato la loro collaborazione con Hans Zimmer.

Avevano già annunciato, inoltre, che avrebbero rivisitato un loro celebre brano, “Bloom“. Se già di base il pezzo era tra i più suggestivi della carriera dei Radiohead, con il contributo di Hans Zimmer il risultato è stato moltiplicato. I testi e la musica sono stati riadattati in base alla tematica e il brano si è trasformato in “(Ocean) Bloom“, le musiche rendono ancor meglio l’idea, arricchite dagli archi dell’orchestra sinfonica BBC Concert Orchestra.

In seguito all’annuncio Thom Yorke aveva spiegato com’era nato il brano originale, già contagiato da “Blue Planet“:

Bloom era ispirata alla serie originale di Blue Planet, è molto bello chiudere il cerchio con la canzone e re-immaginarla. Hans è un compositore mostruoso che attraversa senza sforzo generi musicali diversi, quindi è stato liberatorio per noi lavorare con un talento del genere e scoprire come sia riuscito a far coincidere il suono della serie e il brano.

Hans Zimmer è tra i più importanti compositori cinematografici, ha lavorato spesso con Christopher Nolan e le sue colonne sonore sono inconfondibili. Da “Inception” a “Black Mirror“, Zimmer ha firmato tantissimi progetti, sia al cinema che in televisione, tra i più recenti c’è “Westworld“. Il brano originale è contenuto in “The King of Limbs”, l’ottavo album dei Radiohead uscito nel 2011. “Ocean Bloom” è stata presentata in diretta su BBC Radio e lanciata da Thom Yorke, Johnny Greenwood e Hans Zimmer. Parlando del documentario, Yorke in un comunicato ha spiegato di aver avuto per molto tempo in testa il pensiero di quante creature esistano che l’uomo non conosce ancora:

L’idea di scoprire della vita che gli umani non conoscono è per me uno dei concetti più profondi. Anche se si tratta della scoperta di fossili o dell’idea che una certa creatura esista. Che ci sia una storia che non conosciamo nel posto in cui viviamo che poi viene scoperta, per me è la più profonda e spirituale espressione di umanità.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.