Come vi abbiamo detto qualche ora fa, un attacco terroristico ha colpito l’Arena di Manchester alla fine del concerto della cantante americana Ariana Grande causando 22 morti e 59 feriti. Il mondo della musica si è stretto unanime nel cordoglio e nella vicinanza anche alla performer statunitense.

Come già detto prima, la prima reazione della Grande è stata un tweet molto stringato: “Devastata. Dal profondo del mio cuore, sono davvero molto, molto addolorata. Non ho parole.”

Subito dopo anche altri artisti si sono espressi per manifestare il proprio cordoglio per l’evento. Uno dei primi è stato Liam Gallagher, nativo di Manchester, che si è detto “in shock totale e assolutamente devastato da quello che è successo a Manchester” ed ha mandato “luce e amore” a tutte le famiglie coinvolte. Subito dopo è stata la volta di Taylor Swift: “I miei pensieri, le mie preghiere e le mie lacrime per tutte le persone coinvolte dalla strage di Manchester di questa notte. Vi sono vicina.” Non sono mancati i Kasabian di Serge Pizzorno: “I nostri cuori sono con tutte le persone che a Manchester questa mattina hanno vissuto momenti difficili in quello stadio. Siamo incredibilmente tristi.”

Se Johnny Marr si è lasciato andare ad un sintetico “Manchester affronta unita questa tragedia”, Harry Stiles si è detto “sconvolto da quello che è successo a Manchester stanotte.” Lorde ha detto che “ogni musicista si si sente amareggiato e responsabile di quello che è successo stanotte perchè gli spettacoli dovrebbero essere sicuri per le persone” ed ha parlato “del peggiore incubo possibile” inviando anche un attestato di stima ad Ariana Grande. Non è mancata Rihanna: “#Manchester ha sempre avuto un posto speciale nel mio cuore! Quelli colpiti erano ragazzi innocenti e vulnerabili, sarebbe potuto succedere a chiunque di noi! Sono devastata! Prego per le bellissime anime che abbiamo perso, per i loro familiari e per i loro affetti e per tutti i sopravvissuti che saranno per sempre colpiti da tutto questo.”

Gary Barlow parla di una notte “molto, molto triste” e si dice vicino alle vittime e ai loro familiari mentre le Little Mix si mettono a disposizione dei loro fans e cercano informazioni su due persone scomparse, Chloe Rutherford e Liam Curry. Olly Murs dice che “nessuno dovrebbe andare ad un concerto e non tornare più a casa” mentre Keeley Hawes si dice vicino non solo alle persone di Manchester ma anche alle vittime, ai feriti, alle loro famiglie e ai servizi di emergenza. Per ultima Nicki Minaj è vicina alla sorella Ariana e a tutte le persone coinvolte da questa storia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.