Di voci come la sua in giro non se ne sentono tante, nella scorsa puntata di “X Factor” Rita Bellanza ha fatto commuovere perfino Manuel Agnelli.

Rita si è fatta già notare alle audizioni ma ha dato il meglio di sé ai bootcamp, con una toccante versione di “Sally” di Vasco Rossi. Non appena ha detto il titolo del brano in molti avranno pensato che è una cover già sentita migliaia di volte ma ci è voluto poco per capire che era una cosa assolutamente diversa. Rita Bellanza ha 20 anni e un passato difficile alle spalle che, se vogliamo essere un po’ cinici, è un background che funziona molto in tv. Ma funziona molto anche nelle sue performance, la giovane artista tira fuori tutto il suo dolore e riesce a emozionare il pubblico come pochi altri concorrenti che vedremo in questa edizione di “X Factor“. Per molti è lei la papabile vincitrice, ma è ancora presto per parlare. Levante, che la porterà agli home visit e potrebbe portarla fino ai live, le ha detto:

Sally la cantano tutte, molte non ne hanno il diritto, tu sì. Hai vent’anni e la voce che racconta tutto il tuo dolore.


© Facebook / Rita Bellanza

Bisognerà aspettare la prossima puntata per scoprire se Rita Bellanza accederà ai live, ma visto il riscontro che sta avendo anche sui social, sembra essere quasi una certezza, a meno che non arrivi un clamoroso colpo di scena. Davanti alla sua esibizione nemmeno Manuel Agnelli è riuscito a nascondere l’emozione:

Devi farti vedere da un buon esorcista, è incredibile, non ho mai visto niente del genere.

Rita è nata in Calabria ma oggi vive nel Bergamasco, è arrivata come ospite nella comunità Aquilone, che gestisce minori con problemi o maltrattati. La ragazza è stata affidata a diverse famiglie, a 18 anni è uscita dalla struttura e oggi è accolta da un’altra famiglia a San Fermo. Il suo talento non è passato inosservato e Rita Bellanza ha iniziato a seguire lezioni di canto. Come si è già visto sul palco di “X Factor” è estremamente timida ma anche quel tratto rende la sua esibizione ancora più intima e particolare. Ecco, per esempio, la sua versione di “Hurt” dei Nine Inch Nails nella versione cover di Johnny Cash.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.