Colpiti dalla sindrome della pausa di riflessione i Foo Fighters tornano per mettere fine al periodo di silenzio, e complice la smania del leader Dave Grohl, la band sembra mettere già fine a quello che probabilmente poteva essere un arrivederci alle scene.  Nuovo album in arrivo per la band, la quale dopo un 2012 ricco di soddisfazioni, più che riposarsi e chiudere battenti fino a data da stabilire, si rinchiude in studio e comincia a lavorare su una nuova creatura. Niente sole e niente mare per la band dell’ex Nirvana, ma una pausa che ha significato collaborazioni su più fronti, partecipazioni speciali e una chiusura lampo studio a Febbraio per lavorare al seguito di Wasting Light, il quale molto probabilmente vedrà la luce solo nella seconda parte del 2014, promettendo tra l’altro grandi, grandissime cose.

Foo Fighters
Foo Fighters | © Jason Merritt

Dave Grohl ha dichiarato che il nuovo album dei Foo Fighters sarà di quelli mai visti prima, non solo nella storia musicale della band, ma in generale, e che sarà un lavoro grandioso – ma per questo non avevamo dubbi. Oltre ad osannare una creatura che non ha ancora forme né ci suggerisce elementi per poterla definire grandiosa noi ci fidiamo della parola del rocker più attivo di tutta la discografia mondiale, e ricordandone le varie collaborazioni per l’anno appena passato, non dimentichiamo la ristampa speciale di In Utero, capolavoro della sua band d’origine Nirvana. Tutto è bene ciò che finisce bene, e se Qualcuno aveva avuto la vaga sensazione di non rivedere più i Foo Fighters può tirare un sospiro di sollievo, perché dopo un anno d’oro per la discografia mondiale, anche il 2014 promette bene, nonostante sia prematuro parlare di grandi progetti musicali. Idee in cantiere piazzate e brani costruiti ma ancora nulla di registrato per la band di Grohl, la quale stando ad alcune interviste si dice entusiasta per il nuovo impegno musicale. Il leader della band non vede l’ora di presentare al mondo la sua creatura, ma tranquilli che dopo le ultime dichiarazioni tutti noi scalpitiamo alla sola idea di rivederli live.

Rispondi