Sarà che al pubblico mancano gli Oasis (e le loro scazzottate), sarà che sentivano la mancanza di Liam Gallagher in particolare, ma “As you were” sta riscuotendo enorme successo.

Liam Gallagher ha debuttato con il suo primo album da solista lo scorso 6 ottobre e ha già raggiunto risultati clamorosi. L’album “As you were“, a lungo atteso dai fan dell’ex Oasis, è già primo in classifica – si è piazzato al primo posto non appena è uscito -, ma ha venduto quasi 80mila copie. Stando ai dati, vale a dire che ha venduto più di tutti gli album presenti in top 20. Come riporta anche NME, un risultato del genere non si vedeva dalla pubblicazione di “÷” di Ed Sheeran. I dati sono stati calcolati tendendo in considerazione sia le vendite fisiche dell’album che gli ascolti in streaming, per questo motivo potrebbero essere leggermente alterati. “As you were” sta comunque ottenendo recensioni positive e mostra ancora una volta il grande attaccamento alla musica dei Beatles che ha sempre contraddistinto gli Oasis. Lo scorso 9 ottobre, tra l’altro, Liam Gallagher ha reso omaggio a John Lennon, che avrebbe compiuto 77 anni.

A parte questo, la guerra tra Gallagher continua. Se Liam è al suo debutto, Noel Gallagher sta portando avanti il suo progetto con gli High Flying Birds e a novembre uscirà “Who built the moon?“. Ci viene spontaneo chiederci se raggiungerà gli stessi risultati e come abbia preso il risultato di “As you were“, visto che i rapporti non sono dei migliori. I due fratelli non sono celebri per il loro rapporto sereno e continuano a insultarsi tramite media. Noel Gallagher ha recentemente dichiarato che il fratello avrebbe bisogno di uno psichiatra, criticandolo per il suo comportamento in occasione dell’evento benefico We Are Manchester a seguito dell’attentato al concerto di Ariana Grande. Liam Gallagher era sul palco a intonare “Don’t look back in anger” ma Noel non c’era e in seguito il fratello si è scusato su Twitter dicendo di essere molto deluso. Noel Gallagher non era nel Regno Unito in quel periodo, in più ha spiegato che non se la sentiva di rilasciare interviste poiché erano morte delle persone, mentre il fratello ha colto l’occasione per mettersi al centro dell’attenzione. Una discussione che forse non finirà mai e nonostante questo i fan sognano di poter vedere, un giorno, gli Oasis riuniti sul palco. Per il momento potete sfruttare il vantaggio di due carriere soliste, un album appena uscito e uno in arrivo.

Rispondi